venerdì 1 luglio 2011

Torta libro Prima Comunione



Ecco la torta fatta in occasione della Prima Comunione di Martina, mia nipote; l'ha voluta uguale a quella che avevo fatto un paio di anni fa per mia figlia, come non accontentarla?





E' un pan di spagna farcito di crema pasticcera di Paoletta, pagine in cioccolato plastico e decorazioni in pasta di zucchero.

Per il pan di spagna
270 gr  uova intere
170 gr di zucchero
160 gr di farina

Ho fatto due dosi, una per ciascuno strato, cotte in teglie di 38 x 28 cm.
Montare a lungo le uova intere con lo zucchero finché l'impasto non scrive.
Aggiungere la farina setacciata delicatamente con una spatola facendo attenzione a non smontare il tutto.
Infornare a 175° C in forno statico per ca. 15  minuti.

Per la crema pasticcera
500 ml di panna fresca
750 ml di latte fresco
5 uova intere
100 g di farina
375 g di zucchero
1 baccello di vaniglia
1 pizzico di sale

Scaldare il latte, la panna e il baccello aperto (privato dei semini che aggiungeremo allo zucchero) e portare quasi a bollore.
Nel frattempo in un altro pentolino sbattere bene le uova con lo zucchero (a cui avremo unito i semini della vaniglia) e il pizzico di sale. Aggiungere la farina setacciata e mescolare ancora un po', poi aggiungere il latte tutto di un colpo versandolo da un passino a maglie fitte.
Mettere a fuoco bassissimo mescolando sempre con una frusta a mano. In 3' circa la crema è pronta.

Per la bagna al limoncello
350 g di zucchero
750 g di acqua
50 gr di limoncello

Mettere acqua e zucchero sul fuoco e lasciar bollire qualche minuto affinché lo zucchero si sciolga bene e lo sciroppo si riduca un po’; spegnere ed aggiungere il limocello.

Per la pasta di zucchero
5 g gelatina
35 g acqua
50 g glucosio
2 cucchiai di olio di semi
450 g zucchero a velo

Mettere la gelatina a bagno nell’acqua. Aggiungere il glucosio e far sciogliere su fuoco bassissimo, oppure a bagnomaria: non deve bollire.
Mettere lo zucchero a velo ben setacciato nella ciotola dell’impastatrice, aggiungere tutto il composto liquido ed impastare a bassa velocità , aggiungendo acqua se necessario.
Trasferire l’impasto su una spianatoia “infarinata” di zucchero a velo e lavorarlo un po’ a mano fino ad ottenere una pasta morbida e facile da stendere.

Per il cioccolato plastico
300 g di cioccolato bianco
90 g glucosio
45 g sciroppo di zucchero

Preparare lo sciroppo di zucchero mettendo sul fuoco 44 g di acqua e 60 g di zucchero; quando arriva a bollore si spegne, si lascia raffreddare e se ne prelevano i 45 grammi necessari per l’esecuzione della ricetta. Fondere a bagnomaria il cioccolato, lasciarlo intiepidire e incorporare allo sciroppo di zucchero e al glucosio. Lavorare con le mani, impastando bene. Lasciare riposare per 24 ore a temperatura ambiente e poi utilizzare. Si conserva bene in frigo avvolto in pellicola trasparente o in un contenitore ben chiuso, per evitare che assorba odori.

Tabella di marcia
Due giorni prima ho preparato il pan di spagna, la crema, il cioccolato plastico e la pasta di zucchero.
Ho bagnato e farcito la torta e l’ho messa in frigo.
Il giorno prima ho finito di decorare.

Montaggio
Porre il primo strato di pan di spagna sul vassoio avendo cura di inserire delle strisce di cartaforno o pellicola lungo il perimetro, in modo che eliminandole alla fine, il vassoio resti pulito.
Bagnare, lasciare assorbire bene la bagna per qualche minuto.
Ricoprire con la crema pasticcera.
Inserire al centro due strisce di pds, bagnarle e ricoprirle di crema.


Tagliare il secondo strato di pds in due parti nel senso della larghezza, porle una alla volta sopra la base, partendo dal centro, inumidire con la bagna. Far aderire bene e modellare con le mani per simulare la forma del libro aperto.



Lasciare in frigorifero per una notte.

Decorazione
Ricoprire tutta la torta di panna montata, anche i bordi.
Stendere su un piano abbondantemente spolverizzato di zucchero a velo il cioccolato plastico, ricavandone due fogli sottili per le pagine. Posizionarli sulla torta facendoli aderire bene; tagliare l’eccesso di cioccolato.
Inserire il segnalibro e le altre decorazioni in pasta di zucchero.
Fare la scritta con la pasta di zucchero sciolta a fuoco bassissimo con pochissima acqua (ho scritto con un conetto di cartaforno direttamente sulla torta).
Ricoprire i bordi con altra panna montata e passarvi sopra una spatola con i bordi a zig-zag per simulare il movimento delle pagine.
Ecco il particolare di quella di mia figlia.

8 commenti:

  1. Che ti devo dire? Lo sapevo che questo spazio si sarebbe rivelato preziosissimo. Hai fatto una sequenza molto interessante e dettagliata. Qui bisogna tenerti d'occhio che c'è tanto da imparare. Bravissima Enza. Complimenti!

    RispondiElimina
  2. pa perche io non sono capace a fare dolci cosi belli!!

    RispondiElimina
  3. Sai fare tantissime cose deliziose, Line!!

    RispondiElimina
  4. Bellissima Enza! Neanch'io ne sarei capace..=(

    RispondiElimina
  5. Oltre ad essere bellissima era anche squisita!!!
    Non lo dico perchè sono di parte essendo la sorella dell'artista...sEnza pretese....e mamma di Martina, complimentissimi per il blog, e continua così....un abbraccio. Anna Alchiarodiluna

    RispondiElimina
  6. Esagerata, Anna!!
    Ma quale artista!! Amor di sorella :-))

    RispondiElimina
  7. bravissima un capolavoro io mi aggiungo al tuo blog se ti va passa anche da me ciao !!!

    RispondiElimina